[reviews] afe037cd
kluster cold: the third secret

 
rockerilla []
magazine, italy, september 2002

Manipolazioni analogico-digitali che modellano delicate sculture synth-pop Ŕ quanto il nuovo CD "The Third Secret" dei Kluster Cold (al secolo Carlo Ponte) promette nella sua pulsante mezz'ora di ascolti.

Si tratta di otto scorci di poesia elettronica tanto elementare quanto fortemente evocativa, veri cristalli grezzi di armonie iridate che ricreano particolari atmosfere idilliache.

Personalmente vi avrei visto bene un adeguato apporto vocale dato il taglio melodico delle frasi strumentali, sostanzialmente basate sulla combinazione strofa-refrain/ritornello, i testi sicuramente interessanti dell'autore non avrebbero sfigurato tra questi ritmi.

Tuttavia "The Third Secret" rimane una prova di tutto rispetto, non priva di accattivante gusto estetico e sonoritÓ di scuola squisitamente europea.

[Aldo Chimenti]

<< BACK